Sei già iscritto alla community più speziale d'italia? Fallo subito!
semi di anice gourmet ricarica
SEMI DI ANICE GOURMET

semi di anice gourmet ricarica

Gr. 50
6,90 € iva incl
Scheda tecnica
CodiceBR-ANCSM50
Peso nettoGr. 50
Maggiori informazioni

Tra le erbe e le spezie che racchiudono un pizzico di liquirizia - finocchio, cumino, basilico, dragoncello - il seme di anice è il più dolce. È una parte essenziale di piatti salati come salamoie, salsicce e stufati di crostacei. Ma grazie al suo bordo leggermente agrumato, i semi di anice sono anche protagonisti di torte e prodotti da forno.

I semi di anice sono usati come spezia, macinati o interi. Anche l'olio essenziale di anice e l'estratto sono fatti dai semi. I semi sono prodotti dalla pianta Pimpinella anisum , coltivata da molti secoli in Egitto, Medio Oriente ed Europa. I semi sono piccoli, grigio-brunastri e leggermente ricurvi, con un aroma di liquirizia. La pianta ha anche foglie e steli aromatici che possono essere usati come erba, dal sapore di liquirizia, finocchio o dragoncello.

I semi di anice trovano la loro giusta collocazione in una varietà di ricette salate, dalle zuppe di pesce e gli stufati, alle salse per il pesce alla griglia, alle spezie per la salsiccia di maiale. E non dimenticare le miscele di condimento per arrosti di maiale e vitello.

Semi di anice per cosa si usano 

I semi di anice come detto conferiscono un sapore di liquirizia a prodotti da forno e ad altre preparazioni culinarie. 

Questa spezia è ampiamente utilizzata nella cucina Orientale e mediterranera in genere, in quella mediorientale, tedesca, indiana e messicana. I semi di anice possono essere usati nella preparazione di profumatissimi biscotti, nei dolci e sono presenti in alcuni salami del nostro bel paese . Il suo estratto aromatizza alcune preparazioni alcoliche tra cui il liquore anice e il distillato Greco ouzo.

Consigli per la preparazione del liquore ai semi di anice

Il sapore caratteristico dei semi di anice è dovuto all'anetolo, composto organico legato all'estragole, che produce aromi nel dragoncello e nel basilico. 

Una caratteristica chiave dell'anetolo è che è estrremamente solubile in alcool, ma poco solubile in acqua. Di conseguenza, quando si aggiunge acqua ai liquori che contengono estratto di anice, la bevanda diventa torbida. Questo è noto come l'effetto ouzo.