Sei già iscritto alla community più speziale d'italia? Fallo subito!
Paprika affumicata
Paprika affumicata

Paprika affumicata

La Paprika Dolce Affumicata James 1599 è ricavata dalla polpa di diversi peperoni e precisamente quelli Capsicum Annum. Questi frutti vengono essiccati su particolari legni pregiati e macinati in polvere fine.
Sapore dolce, ricco, profumato e goloso.
Gr. 45
10,00 € iva incl
Scheda tecnica
CodiceGG-PKDLCAFF
Peso nettoGr. 45
ConfezioneVaso in vetro
ConservazioneConservare in luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore.
Maggiori informazioni

Paprika affumicata è una spezia per palati esigenti, raffinati e che amano sapori intensi ma non eccessivi. Pur essendo affumicata mantiene la sua dolcezza. La paprika affumicata, spesso chiamata pimenton  o paprika spagnola affumicata, è composta da peperoni affumicati ed essiccati su fuochi di leccio o quercia. Questo processo conferisce alla polvere rossa un sapore ricco e affumicato.

Puoi trovare questa varietà affumicata in versione mite, medio-calda e calda. Il vero pimenton spagnolo è prodotto con tecniche tradizionali e proviene da zone specifiche della Spagna, come da leggi dell'Unione Europea. 

La paprika nella sua forma più semplice è composta dalla macinazione di baccelli di peperoni dolci per creare l'iconica polvere rosso brillante. Ma a seconda della varietà di paprika, il colore può variare da un rosso arancio brillante a un rosso sangue intenso e il sapore può variare da dolce e delicato a amaro e piccante. 

Si abbina perfettamente a salse, sughi, pesce come polpo e calamari, insaccati e salumi. Molto usata ed apprezzata nella cucina vegana e vegetariana perché arricchisce con facilità ogni tipo di verdura, legumi, seitan, tofu e piatti a base di soia.

Paprika affumicata in cucina

Favolosa con patate, pezzetti di Chorizo, sughi di carne o pesce, o con il pesce razza. Come un pò con tutte le spezie però, l'applicazione dipende molte volte esclusivamente dalla fantasia di chi cucina, basta riuscire a bilanciare il profumo affumicato con ingredienti che rendano unica la preparazione in cucina. Perchè non provarci quindi. Fantastica su formaggi freschi, o anche formaggi in stagionatura.

È il condimento ideale per qualsiasi tipo di verdura. Non potete non averla in dipensa se amate passare le domeniche davanti al vostro mitico barbecue. Nella cucina Marocchina - è molto utilizzata - si crea solitamente una sorta di salsa aioli base paprika, per poi fare quella che noi chiamiamo scarpetta nel piatto. E se amate il polpo alla galiziana o pulpo gallego come noi, sappoiate che la nostra paporika affumicata è l'ingrediente speciale che vi serve!

Food Pairing e altre spezie

Sta molto bene con pepe nero tellicherry, pepe voatisperifery, pepe cubebe, pepe malabar, pepe rosa, semi di finocchio, anice stellato, zenzero, cannella, noce moscata, sommacco, semi di coriandolo, bacche di ginepro.

Che gusto ha

La paprika affumicata ha un sapore affumicato e speziato con note di dolcezza. Essendo utilizzata la parte del peperone senza parte bianca e placenta, la piccantezza è limitata e si traduce in un gusto "smoked" estremamanete piacevole. 

Ricette

Provate la paprika affumicata con patate dolci arrosto, burro di paprika affumicata e miele. Il burro di paprika affumicata si realizza montando 150 grammi di burro di ottima qualità fino a farlo diventare cremoso, ed aggiungendo 10 grammi di paprika affumicata. Dovete solo preoccuparvi di mescolare bene il tutto.

Salsa alla paprika affumicata

Se volete fare una salsa alla paprika dolce affumicata vi serviranno 100 grammi di passata di pomodoro, 50 ml di latte, olio extravergine, aglio e sale quanto basta. Preparate una base di aglio tritato e aggiungete l'olio, soffriggete un pochino ed aggiungete la passata di pomodoro, fate cuocere per 15 minuti circa e a questo punto aggiungete il latte e mezzo cucchiaio di paprika affumicata, e fate addensare

Pollo alla dolce affumicatura

Questa ricetta è incredibilmente semplice, in quanto basterà che abbiate a disposizione petti di pollo o cosce, ma anche le alette sono speciali. Unito olio evo e massaggiate le parti di carne, aggiungete la spezia e massaggiate la carne, ponetela in frigorifero per 30 minute a marinare. A questo punto dovrete cuocere il pollo come fosse una normale ricetta.

Paprika affumicata come si fa

Il suo profumo delicatamente affumicato è dovuto al tipo di lavorazione. I peperoni vengono essiccati su fumo di legni nobili, solitamente quercia, ma a volte anche rovere o leccio. È un processo particolarmente lungo, che richiede fino a due settimane e che si potrae eventualmente affinchè il risultato non sia perfetto. 

Se volete provare a farla a casa dovreste trovare i peperoni Ugnhere o peperoni Alma, ma sappiamo che sono molto difficili da trovare a meno che non prendiate i semi e li coltiviate in vaso. Potreste in alternativa munirvi di alcuni peperoni corni, chiamati anche peperone cornetto, aprirli e pulirli della parte bianche e della placenta (i semini all'interno del peperone). Ora dovete passare alla parte dell'affumicatura, che dovrebbe essere realizzata a freddo con un armadio affumicatore elettrico o con un barbecue affumicatore a legna.

Se volete ricalcare la ricetta originale paprika affumicata dovreste utilizzare legna da affumicatura di quercia, ma è possibile anche utilizzare legna da affumicatura hickory o mesquite. I peperoni si asciugheranno ed il fumo sarà molto denso, consentendo un'asciugatura lenta e continua.

L'essiccatoio creato con l'affumicatore avrà il fumo che sale verticalmente, asciugando il raccolto. Girate ogni giorno i peperoni per ottenere un risultato omogeneo, per 15 giorni, fino a quando non avranno solo il 7% di contenuto di acqua, quindi la percentuale di umidità .

A questo punto vi è la seconda parte di lavorazione, ovvero la macinatura della paprika, solitamente effettuata attraverso il procedimento naturale a pietra che porta i peperoni alla consistenza di una polvere fine ma consistente. Potete comunque utilizzare un macina caffè o macina spezie, dopo aver tolto i gambi. Ecco finalmente la nostra parika affumicata.

Dove si trova

È molto diffusa nella penisola iberica, dove effettivamente svolge un ruolo molto importante andando ad aromatizzare zuppe, vellutate e spezzatini. Si trova in tutti i tuoi piatti spagnoli più famosi, tra cui paella, chorizo ??e tapas essenziali patatas bravas. 

Sostituzioni

Se cerchi qualcosa che possa sostituire la paprika affumicata, non è una cosa così semplice. La soluzione ideale è forse aggiungere a parika dolce un peperoncino affumicata come ad esempio il chipolte, che è un peroponcino jalapeno affumicato

Proprietà Nutrizionali

Le proprietà nutrizionali di questo alimento sono davvero molto importanti, seppure non siano conosciuti ai più. C'è un altissimo contenuto di composti antiossidanti, contiene un concentrato di vitamine, a partire da tutte quelle del gruppo B, fino alla Vitamina C e alla provitamina A o betacarotene. Essendo un prodotto asciugato ed affumicato soggetto a calo di peso, tutte queste sostanze sono concentrate anche in basse quantità. Un solo cucchiaino di paprika contiene oltre il 100% della vitamina A che dovremmo assumere ogni giorno sulla base delle dosi giornaliere raccomandate (RDA).

Calorie

La paprika affumicata contiene poco meno di 290 calorie per 100 grammi. Naturalmente la quantià che utilizzerete in una ricetta è di pochi grammi, pertanto l'apporto calorico è da ritenersi di basso indice.

Prezzo

Il prezzo è legato alla qualità della paprika. Esistono diversi gradi qualitativi, denominati ASTA. Più alto è il numero di Asta, maggiore è la qualità. L'indicazione è tra 60 e 200 asta. La nostra paprika affumicata dolce è il top che si possa trovare sul mercato.

Dove comprarla

Il nostro store propone la migliore paprika affumicata che si possa reperire sul mercato, ti basterà aggiungerla al carrello, la riceverai a casa con corriere spresso.

La sua storia

Quando Cristoforo Colombo tornò dal suo secondo viaggio nel Nuovo Mondo nel 1496, portò un dono speciale a Ferdinando e Isabella, i reali che finanziarono i suoi viaggi: la paprika, o meglio i peperoni per fare la paprika. i reali trovarono però i peperoni troppi piccanti per i loro gusti, e consegnarono i peperoni ai monaci di due monasteri, il Monastero di Yuste e il Monastero di Santa María de Guadalupe, che iniziarono a coltivarli nel XVI secolo. 

Le famiglie che vivevano vicino a questi monasteri in Estremadura, in Spagna, iniziarono a coltivare i peperoni più o meno nello stesso periodo, facendo essiccare le verdure negli affumicatoi su graticci di legno per creare una spezia affumicata e colorata, che diventò a tutti gli effetti la spezia più utilizzata in tutto il paese. ANcora oggi, la maggior parte della produzione è legata ad azienda a conduzione familiare.

Potrebbero interessarti anche: