Sei già iscritto alla community più speziale d'italia? Fallo subito!
Dragoncello Estragone essiccato
Dragoncello Estragone essiccato

Dragoncello Estragone essiccato

Un draghetto naturale molto utile. Questa erba veniva un tempo raccomandata per combattere i morsi degli animali velenosi e dei cani rabbiosi.
Oggi i suoi oli e le sue foglie sono molto usate in fitoterapia per i più svariati usi. In particolare il fitoterapeuta Jean Valnet ne consiglia l'utilizzo per alleviare i disturbi intestinali e stimolare l'appetito.
Gr. 15
11,00 € iva incl
Scheda tecnica
CodiceGG-DRGLLESTR
Peso nettoGr. 15
ConfezioneVaso in vetro
ConservazioneConservare in luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore.
UtilizzoPollo, uova, zuppe, insalate, burri aromatizzati, funghi, mostarde e alcuni tipi di senape, marinate di carne.
Maggiori informazioni

Il dragoncello in cucina

Dal latino dracunculus ossia piccolo drago, il Dragoncello estragone è un’erba aromatica dalle foglioline molto strette ed aromatiche.Arriva in Italia alla fine del ‘700 con Carlo Magno e venne piantato nell'orto del monastero di Sant’Antimo, a Montalcino. Diffuso in campo medico dai greci, dagli arabi e dagli indiani per le sue proprietà analgesiche e digestive. In fitoterapia infatti è una pianta apprezzata per combattere gonfiori e disturbi digestivi.

Il Dragoncello James 1599 con il suo aroma caldo e sapore pungente è ottimo per aromatizzare i piatti e per sostituirsi ad aceto e sale, quindi ottimo nelle diete. Accompagna perfettamente pollo, uova, zuppe, insalate, burri aromatizzati, funghi, mostarde e alcuni tipi di senape. Ottimo anche nelle marinate di carne.

Il dragoncello è presente nella cucina europea per il suo aroma e per il sapore che appare delicato, con note di selvaticità ed eleganza aromatica.

Il dragoncello può arricchire salse e insalate, uova e frittate. Aromatizza olii e aceti gourmet, burro e creme, formaggi cremosi e caprini. E visto che ha note aromatiche che ricordano prezzemolo e menta, può essere utilizzato in accompagnamento a pesce e carne.

Può essere utilizzato per aromatizzare frutti di mare, carni, patate, pomodori, cipolle, broccoli, asparagi e piselli.

L'amaro e il retrogusto pepato lo rendono particolarmente indicato anche per essere usato alimenti comunque poco saporiti, per elevare il piatto e la pietanza.

Dragoncello estragone e gastronomia

Il dragoncello - o extragon - viene molto utilizzato nella cucina toscana, per insaporire molti piatti e salse. È particolarmente indicato per depurare il proprio corpo in periodi di dieta, ed è un ottimo sostituo del sale.

Durante la cottura il suo aroma tende a diventare più intenso, pertanto bisogna stare attenti a quanto, come e quando usarlo. Ma quest fa parte delle esperienze in cucina. Quindi più cucinate, più diventerete esperti nell'uso delle spezie ed erbe aromatiche.